La pompa di calore aria acqua è una pompa di calore che recupera energia dall’aria esterna e la utilizza per riscaldare l’acqua contenuta nei tuoi termosifoni o alimentare la serpentina del tuo riscaldamento a pavimento, se possiedi questo tipo di tecnologia.

Questa macchina è inoltre utile per rinfrescare la tua casa in estate e produrre acqua calda sanitaria, cosa che ti permette di iniziare a creare la tua indipendenza energetica.

Perché ho scritto iniziare? Perché per mezzo di una pompa di calore aria acqua dici sì addio al gas, ma non all’elettricità, poiché il trasferimento di calore da una sorgente fredda a una più calda non è un processo naturale, ed è proprio mediante l’energia elettrica che lo realizzi. (Fonte: Federazione Italia per l’uso Razionale dell’Energia.)

Potresti obiettare che l’energia elettrica la puoi anche attingere da un impianto fotovoltaico, ma siamo onesti: è difficile che tu riesca a essere indipendente PURE dai fornitori elettrici.

Dunque, ricapitolando: con una pompa di calore aria acqua non pagherai più la bolletta del gas ma dovrai ancora pagare quella elettrica.

Concludo questa introduzione dicendoti che quella che ti stai apprestando a leggere è l’unica guida che ti spiegherà facilmente come funziona una pompa di calore aria acqua, quando è conveniente installarne una e quando non lo è.

E se vorrai leggerla fino alla fine, ti spiegherò anche quanto calore produce questa termpompa e quanto consuma.

ATTENZIONE: a volte utilizzerò il generico termine pompa di calore invece del più preciso pompa di calore aria acqua, anche usato nel titolo di questo articolo, perché questa tipologia è la più funzionale in Italia per via delle nostre condizioni climatiche, così tanto che i due termini sono sinonimi.

Immagine che invita ad eseguire un check-up energetico sul tuo impianto di riscaldamento

Iniziamo con il dire che, per via degli incentivi, il generale aumento dei costi in bolletta, l’emergere di cappotti termici e la crescente sensibilità per i temi ecologisti, le forme di riscaldamento alternative sono molto popolari tra gli italiani.

Tutti vogliono risparmiare, e se è possibile farlo rispettando l’ambiente, tanto meglio, così è contenta pure Greta Thunberg 😀.

Con le pompe di calore puoi dunque risparmiare in bolletta e inquinare di meno perché non usi il gas, ma queste macchine non sono il viatico, come già detto, per una completa indipendenza energetica.

Ma allora la pompa di calore aria acqua è sempre conveniente? No, non è sempre conveniente, lo è solo in determinate condizioni abitative, alcune delle quali te le illustrerò più tardi.

A proposito, forse è arrivato il momento di anticiparti cosa scoprirai tra poco:

  • che cos’è una pompa di calore,
  • come funziona una pompa di calore aria acqua,
  • in quali casi è conveniente installare una pompa di calore aria acqua,
  • in quali casi NON è conveniente installare una pompa di calore aria acqua.

Mi chiamo Luca Bezzi e faccio parte del team marketing e comunicazione di Cosmogas, da 50 anni uno dei leader di mercato nella vendita di caldaie, pompe di calore aria acqua e impianti termosolari. Nel corso della mia esperienza ventennale sono diventato un esperto di pompe di calore, e per mezzo della mia inclinazione alla comunicazione, sono forse oggi in grado di spiegarti in parole povere come funzionano queste macchine, quanto risparmio ti permettono di conseguire, e in generale perché sono così convenienti. Questa guida è dunque per te acquirente privato che sei incuriosito sulla pompa di calore aria acqua e vuoi acquisire un livello di cultura sul tema pari a quello che ti potrebbe fornire un termotecnico o un idraulico.

Riassunto rapido

Hai poco tempo a disposizione per leggere la migliore guida d’Italia sulla pompa di calore aria acqua? Allora guarda il video sotto. In circa 5 minuti di filmato risponderò a tutte le domande più importanti in argomento.

Schermata del video riassunto "La pompa di calore aria acqua è conveniente?"

Prima di illustrarti nel dettaglio che cos’è una pompa di calore aria acqua, come funziona e quando è conveniente installarne una e quando non lo è, voglio fare un’importante premessa: come puoi aver già immaginato, questo articolo è sponsorizzato da Cosmogas, l’azienda dove lavoro.

Io sono orgoglioso di Cosmogas e dei suoi prodotti, ma cercherò di essere imparziale nella mia esposizione, tentando, quando possibile, di evitare di menzionare marche.

Nel paragrafo le migliori pompe di calore ti farò una breve introduzione dei migliori modelli Cosmogas, una piccola concessione che mi sono fatto.

Non sei certo di aver bisogno di una pompa di calore aria acqua? Fa’ subito un Check-Up Energetico e scoprilo ora.

Ma ora torniamo a noi, e iniziamo rispondendo alle domande più frequenti che si pongono coloro i quali si avvicinano, per la prima volta, al mondo delle termopompe.

Utilizzando la tabella dei contenuti sotto, potrai inoltre cliccare sull’argomento che ti interessa di più e saltare così direttamente al capitolo che lo illustra.


F.A.Q. (Clicca per saltare al capitolo che ti interessa)

Che cos’è una pompa di calore?

Immagine che introduce la sezione in cui si definisce cos'è una pompa di calore

Una pompa di calore è una macchina termica per mezzo della quale puoi scaldare casa quando è freddo, produrre acqua calda sanitaria, e raffreddare la tua casa quando è caldo senza pagare la bolletta del gas; con il solo costo della bolletta elettrica a incidere sulle tue spese energetiche.

Secondo Wikipedia, una pompa di calore può prendere il suo nome da:

  • il tipo di energia che sottrae all’ambiente (esistono infatti le pompe di calore aria aria, le pompe di calore terra acqua, le pompe di calore aria acqua e le pompe di calore acqua acqua),
  • il terminale utilizzato (unità interne e climatizzatori, ventilconvettori, riscaldamento a pavimento, radiatori),
  • il contesto abitativo in cui è installata (case indipendenti, condomini, appartamenti).

Come ben sai, in questo articolo ci concentreremo solo sulla pompa di calore aria acqua, cioè la tipologia numero tre del punto uno, poiché essa, come già detto, è la più popolare in Italia.

La differenza tra una pompa di calore aria aria e una pompa di calore aria acqua?

Immagine che spiega la differenza di una pompa di calore aria acqua e aria aria

La pompa di calore aria aria sottrae calore dall’aria esterna e lo porta dentro casa tua; il suo funzionamento è lo stesso di un condizionatore. Questa macchina termica è utile solo in territori dove è quasi sempre caldo; dunque non certo nella nostra Italia, nella quale gli inverni sono (ancora) rigidi.

La pompa di calore aria acqua prende invece calore dall’aria esterna e lo porta dentro casa tua riscaldando l’acqua del tuo impianto di riscaldamento a pavimento (abbinamento più frequente).

Nel prossimo paragrafo andrò più nel dettaglio del funzionamento di una pompa calore aria acqua. Se ti interessano le questioni tecniche, ti invito a continuare a leggermi.

Come funziona una pompa di calore aria acqua?

Immagine che spiega il funzionamento di una pompa di calore aria acqua

Come già ampiamente detto, una pompa di calore aria acqua estrae calore dall’aria mediante la sua unità esterna e lo trasmette nei tubi che collegano quest’ultima con l’unità interna, dove, tramite uno scambiatore, passa un gas frigorifero.

Dall’unità interna, l’acqua calda, mediante una valvola, è…

  • spedita al circuito di riscaldamento,
  • spedita ad alimentare la serpentina del serbatoio di scambio dell’acqua sanitaria.

Molte persone, su Internet, per spiegare il funzionamento di una pompa di calore aria acqua, semplificano facendo il paragone con il frigorifero, che toglie calore dal cibo e lo disperde nel tuo soggiorno di casa per mezzo della sua serpentina. Ecco, una aria acqua funziona al medesimo modo, ma al contrario.

Qual è la differenza tra pompe di calore aria acqua commerciali e pompe di calore aria acqua professionali?

Immagine che introduce la sezione che parla delle differenze tra le pompe di calore commerciali e quelle professionali

Su Internet, si fa spesso la distinzione tra pompa di calore aria acqua commerciale e pompa di calore aria acqua professionale.

La pompa di calore aria acqua commerciale è una macchina economica, che però tradisce numerose inefficienze, perché prodotta da aziende che hanno scarsa esperienza nel settore, dove invece una termopompa richiede grande perizia di fabbricazione.

Le pompe di calore aria acqua professionali, invece, sono prodotte da aziende capaci di realizzare impianti all’altezza delle aspettative e delle esigenze dell’abitazione nella quale sono installate, capaci di affrontare anche le temperature più rigide: e infine in grado di inviare, al momento dell’installazione, personale che non ha bisogno di consultare il libretto di istruzioni per portare a compimento la messa in posa!

Riconosci le pompe di calore commerciali perché sono prodotte in Cina; si presentano simili a dei condizionatori, con un ventilatore a lamelle molto vicine le une dalle altre, aspetto che ha il risultato che d’inverno la brina vi si deposita negli interstizi impedendo alla macchina di funzionare.

Una professionale, invece, pesa anche 220 kg, ha un ventilatore grande per consumare meno: e per girare con minore frequenza ha alette seghettate per fare meno rumore e distanziate.

Nei giorni più freddi, una professionale riesce a continuare a sottrarre aria anche sotto lo zero.

Tra le due tipologie, c’è una differenza di prezzo molto ampia, è ovvio. 

Ma conviene acquistare una termopompa commerciale se ha le caratteristiche che ti ho descritto?

Io penso di no, e se mi hai letto fino a qui, penso tu sia d’accordo con me.

Quali sono i vantaggi di una pompa di calore aria acqua?

Immagine che introduce la sezione che parla dei vantaggi di una pompa di calore aria - acqua

Se installi una pompa di calore aria acqua per uso residenziale avrai almeno tre vantaggi:

  • non hai canna fumaria, e conseguentemente, zero manutenzione del sistema fumario,
  • è una macchina automatica, che controlli anche a distanza in remoto o con la domotica,
  • rispetti l’ambiente perché non utilizzi gas ma energia pulita dall’aria e dall’acqua.

Pompa di calore aria acqua rendimento

Immagine che spiega il rendimento di una pompa di calore aria acqua

La resa di una pompa di calore aria acqua è data dal COP, cioè il coefficiente di prestazione, che misura la quantità di calore per il riscaldamento o il raffreddamento di un sistema rispetto al lavoro impiegato (Fonte: Wikipedia), e dall’EER, l’indice di efficienza energetica, che misura invece l’indice di prestazione medio per la climatizzazione estiva.

Il COP medio di una pompa di calore aria acqua è 3 ed è misurato in condizioni 2°C/55°C, dove il 2 sta per il calore in gradi della temperatura esterna e il 55 sta per il calore in gradi dell’acqua calda sanitaria.

Perché allora questo numero, 3? Perché grazie alla tecnologia con la quale è dotata, una termopompa preleva 2 kWh termici dall’aria esterna e vi aggiunge un 1 kWh dell’energia elettrica che paghi in bolletta, di fatto agendo da addizionatore energetico.

In pratica: 2 kWh prelevati dall’aria naturale + 1 kWh prelevati dalla tua rete elettrica = 3 kWh termici!

ATTENZIONE: molti produttori comunicano il COP in condizioni ottimali annuali, cioè 7°C/35°C. Se vuoi conoscere la resa REALE della tua nuova pompa di calore aria acqua, dovresti chiedere invece il COP alle condizioni da me descritte.

Nel box sopra ho sottolineato che il COP medio si calcola in condizioni 2°C/55°C, e ora ti spiego perché e da dove ho preso questi dati.

Una termopompa aria acqua è attiva e consuma ovviamente di più durante i mesi freddi, diciamo da ottobre, novembre, dicembre, gennaio, febbraio e marzo (e qualche volta aprile), quando la temperatura media è 2°C e quando hai bisogno di acqua calda sanitaria a circa 55°C; ecco dove ho preso quel rapporto 2°C/55°C.

Alla luce di questa spiegazione, converrai con me che è inutile, come fanno molti produttori, darti la temperatura media annuale esterna e la temperatura media annuale dell’acqua calda sanitaria!

Quindi, se stai valutando l’acquisto di una pompa di calore aria acqua, fatti dare il COP a 2°C/55° C – e non tentare di calcolarlo da te perché ti mancheranno sempre dei dati, N.d.R.

Pompa di calore aria acqua consumi

Immagine che introduce la sezione che parla del consumo della pompa di calore aria - acqua

Per parlare dei consumi della pompa di calore aria acqua lascerò idealmente la parola all’Ingegner Samuele Trento.

Nel suo canale YouTube, Samuele offre un eccellente materiale di formazione per coloro che desiderano saperne di più sulle pompe di calore.

Nel corso di uno dei suoi video, Trento dettaglia i consumi di quattro pompe di calore aria acqua professionali, cioè certificate, installate in quattro abitazioni di suoi clienti.

Poiché l’Ingegnere fa tutto ciò nel corso di due video del minutaggio totale di 30 minuti, ho pensato bene di riassumerti questo filmato in un paragrafo.

Prima di farlo, però, ho bisogno di formulare una piccola premessa. I test di Trento sono stati eseguiti in una località del Nord Italia, in contesti abitativi diversi, con pompe di calore di potenza diversa, ma comunque senza caldaia di supporto o fotovoltaico.

A proposito, su Internet le persone si chiedono spesso: “È meglio abbinare una pompa di calore aria acqua con il fotovoltaico o è meglio abbinare una pompa di calore aria acqua con il solare termico?”

Parto dal presupposto che dovresti già conoscere la differenza tra le due tecnologie… con il fotovoltaico produci energia elettrica, con il solare termico produci solo acqua calda; nel caso di impianto con termo pompa la combinazione ideale è con il fotovoltaico.

Se hai invece già una pompa di calore e sei curioso di conoscere in anticipo l’importo della tua bolletta elettrica, per il calcolo dei consumi dovrai contattare un termotecnico e farti fare una valutazione dell’impianto.

Fatta questa premessa, torniamo ai consumi di una pompa di calore aria acqua. Nei video di Trento, e in generale dalla nostra esperienza Cosmogas, possiamo ben sostenere come il passaggio da un impianto alimentato con una caldaia a gas metano non a condensazione a una termopompa professionale, offre un risparmio energetico fino a un 60% della prestazione energetica iniziale. Per niente male, no? Se vuoi approfondire i contenuti di Trento, l’ingegnere ha pubblicato sul suo sito anche un divertente articolo dal titolo migliore pompa di calore che ti consiglio di leggere.

Pompa di calore aria acqua prezzi?

Immagine che introduce la sezione che parla del costo della pompa di calore aria - acqua

Il prezzo di una pompa di calore aria acqua di tipo professionale per uso residenziale è di circa 8.000 €, qualche migliaio di euro più, qualche migliaio di euro meno.

Se aggiungi a questo importo il costo dell’impianto, che è variabile ma posso stimarlo in 2.000 €, quello che spendi passando a questa macchina termica è circa 10.000 €.

Da questa cifra, è possibile ottenere una detrazione fiscale del 65% mediante l’Ecobonus, che ti permette di arrivare a spendere anche soli 3.500 € netti. (Secondo la zona climatica, puoi invece decidere di usufruire del conto termico, oppure puoi scegliere il bonus casa del 50%; senza contare il fatto che tutti gli italiani aspettano i dettagli dell’ultimissimo Superbonus 110%!, che come suggerisce il suo nome, ti restituisce il 110% di quanto hai speso.)

Qualsiasi sarà la tua scelta riguardo gli incentivi, utilizzando una pompa di calore aria acqua puoi risparmiare a livello di consumi anche 400-500 € l’anno e in pochi anni rientrare così dalla tua spesa.

A proposito: più che di una spesa, io parlerei di investimento, perché con la termopompa, a condizioni ottimali, alcune delle quali abbiamo già viste, ottieni una vera e propria RENDITA per via del risparmio conseguito.

Immagine che introduce la sezione in cui si risponde alla domanda "La pompa di calore è conveniente?"

Una pompa di calore aria acqua conviene se hai un’abitazione coibentata, poiché il cappotto termico ti consente di ottenere un COP più alto e quindi rendimenti più elevati in quanto la macchina lavorerà a temperature più basse.

A scanso di equivoci, sappi che la combinazione di convenienza ideale della macchina termica protagonista di questo nostro articolo è con il riscaldamento a bassa temperatura, per esempio quello fornito dai pannelli radianti a pavimento, poiché ne migliora l’efficienza; ma la pompa aria acqua si può comunque adattare a qualsiasi impianto esistente, anche ai radiatori, ma con qualche accorgimento!

Oltre al cappotto e al riscaldamento a pavimento, dunque, il top sarebbe abbinare la tua nuova pompa di calore aria acqua anche con un fotovoltaico con sistema ad accumulo (le batterie), così risparmi pure in energia elettrica.

Sì, perché l’impianto fotovoltaico lavora di giorno, quando c’è il sole, e così farà anche la tua pompa.

Il calore generato durante queste ore diurne, quando si presuppone che la tua casa sarà vuota, dovrà restare intrappolato fino a quando tornerai dal lavoro – ed ecco perché ti serve una buona coibentazione.

Ma la termo pompa aria-acqua è conveniente solo se ho anche il fotovoltaico? No, risparmi anche se hai solo l’abbinata riscaldamento a pavimento e cappotto.

Immagine che invita ad eseguire un check-up energetico sul tuo impianto di riscaldamento

Quand’è che allora una termopompa aria acqua proprio non è conveniente?

Una pompa di calore aria acqua è meno conveniente quando…

  • hai già una tipologia di riscaldamento poco costosa, e cioè a metano, a pellet o a legna, e, per un motivo o per un altro, non puoi installare il fotovoltaico.

Il motivo te lo spiego usando un ragionamento di Davide di Soluzioni Green.

“Se valuti l’acquisto di una termopompa aria acqua è perché hai un ingente spesa in riscaldamento.

“Decidi dunque di fare un investimento e ti installi una pompa di calore.

“Questo investimento ti dovrà portare però dei risultati, cioè mediante la pompa dovrai abbassare i tuoi costi di riscaldamento, per andare così ad ammortizzare l’investimento in tempi ragionevoli, altrimenti non avrebbe senso…

“Ma se ti scaldi già con combustibili poco costosi, come la legna o il metano, allora la pompa di calore aria acqua non ha senso perché per rientrare dall’investimento, anche se hai il fotovoltaico, ci metteresti lo stesso troppo tempo.”

Chiaro, no?

Nel caso di sostituzione di un generatore di calore esistente, puoi accedere alle detrazioni fiscali del Bonus Casa 50%, dell’Ecobonus 65% e del nuovo Superbonus 110%; ciò ti permette di rientrare dall’investimento in tempi molto rapidi, e nel caso del Superbonus 110%, come abbiamo già detto, risparmiare immediatamente e già dal primo anno, cosa che ti evita di preoccuparti del costo pompa di calore.

Inoltre, una pompa di calore aria acqua non ti conviene quando…

  • non hai il cappotto termico.

Le case senza cappotto creano infatti emorragie di calore a prescindere, e poiché le pompe di calore aria acqua funzionano a bassa temperatura (35°C), hai la necessità di trattenere il calore dentro casa, altrimenti esso non si accumula.

E se non hai il cappotto, non riesci a fare quanto descritto.

Infine, una pompa di calore aria acqua non ti conviene quando…

  •  hai il riscaldamento a termosifoni

C’è poco da dire: la pompa di calore aria acqua funziona con i caloriferi? Sì, ma non è il top della convenienza.

Tornando all’argomento pompa di calore aria acqua per termosifoni, per sopperire al fatto di avere i caloriferi, che disperdono molto calore, la tua termo pompa dovrà lavorare di più, e quindi consumare di più. In queste condizioni, non rientrerai dal tuo investimento in tempi accettabili, e di conseguenza non risparmierai. Ecco perché c’è poco vantaggio nell’accoppiare una aria acqua con i termosifoni.

In alternativa, potresti optare per delle pompe di calore alta temperatura, ma io non te le consiglio perché i loro prezzi sono altissimi.

Pompe di calore prezzi e incentivi previsti dal Superbonus 110%

Immagine che introduce la sezione che parla degli incentivi del 110%

Lo Stato ha stanziato 55 miliardi di euro per permettere agli Italiani di ristrutturare casa in modo vantaggioso, a condizione, come spiega bene il Decreto Legge 19 maggio 2020, n. 34 agli articoli 119 e 121, che la classe energetica delle loro abitazioni migliori di due taglie.

Tale iniziativa, che prende il nome di Superbonus 110%, è erogata nella forma di sconti IRPEF, a patto che il periodo dei lavori sia compreso tra luglio 2020 e dicembre 2021.

La proposta, diventata legge dallo scorso mese, è legata all’arrivo di decreti attuativi, che alla data di stesura di questo articolo, 3 agosto 2020, non sono stati ancora pubblicati.

Le richieste dei cittadini sono già partite, ma hai ancora un po’ di tempo per informarti dai tuoi professionisti di fiducia, o direttamente da noi di Cosmogas.

In attesa di maggiori dettagli, possiamo dire che le pompe di calore aria acqua, come pure le pompe di calore di ogni tipo, sono interessate in particolare all’articolo 119 del decreto; il loro acquisto a prezzo zero – ottenendo il bonus, lo Stato ti restituisce il 110% di quanto pagherai, N.d.R. – è legato alla sostituzione dell’impianto di climatizzazione esistente. Il bonus è legato inoltre a un tetto massimo per le ristrutturazioni che è di 30.000 € per nucleo familiare; nei casi di condomini o edifici, che dunque ospitano più famiglie, tale tetto aumenta.

Le migliori pompe di calore aria acqua

Fare un elenco delle migliori pompe di calore aria acqua è impossibile. Ci sono numerosi modelli sul mercato che hanno caratteristiche diverse.

Io sono molto orgoglioso delle pompe di calore aria acqua di Cosmogas. Per me, sono le migliori.

Ecco dunque i nostri sei modelli.

Pompa di calore inverter, da interno, esterno, incasso

Potenze: 6 - 9 - 13 kW

Pompa di calore inverter con modulo idronico splittato

Potenze: 6 - 9 - 13 kW

Pompa di calore inverter con modulo idronico ad accumulo integrato

Potenze: 6 - 9 - 13 kW

Pompa di calore idronica monoblocco reversibile inverter

Potenze: max: 6 - 9 - 13 kW

Refrigeratore/Pompa di calore reversibile

Potenze: 9 - 10 - 15 - 20 kW

Refrigeratore/Pompa di calore reversibile

Potenze: 5 - 7 kW

Pompa di calore aria acqua a inverter

Immagine che introduce la sezione in cui si paragonano due pompe di calore, inverter e on/off

La pompa di calore aria acqua a inverter, rispetto alla pompa di calore on/off, che si accende e spegne al bisogno, ha un comportamento più lineare.

Questa pompa si adegua infatti alla temperatura esterna, e così facendo modula la sua potenza erogata in base alle reali esigenze dell’impianto.

In termini di bolletta energetica, l’inverter è sicuramente la pompa di calore aria acqua più conveniente, perché esso lavora meglio collaborazione con l’impianto di riscaldamento, dandoti maggiori benefici climatici e di risparmio.

Volendo semplificare: le pompe di calore a inverter sono “intelligenti”, mentre le pompe di calore on/off sono meno “intelligenti”.

Tra le pompe di calore inverter di Cosmogas ti segnalo la SOLARsplit, che come suggerisce il nome, non è una monoblocco ma una splittata.

Pompa di calore inverter, da interno, esterno, incasso

Potenze: 6 - 9 - 13 kW

La pompa di calore aria acqua è sicura?

Immagine che introduce la sezione in cui si spiega perché la pompa di calore è sicura

La pompa di calore aria acqua è sicura?

Sì, lo è. Per esempio, se mancherà la luce per via di un blackout, smetterà di funzionare. Semplice!

Ma con un vantaggio: poiché la macchina avrà già accumulato acqua calda, ne avrai comunque a disposizione, fino a suo esaurimento.

In generale, possiamo dire che la pompa di calore aria acqua è sicura tanto quanto è sicura una caldaia – è divertente come nessuno faccia mai queste domande quando valuta l’acquisto di un bruciatore, e le faccia invece solo quando valuta l’acquisto di una pompe di calore, N.d.R.

Ma forse questo è semplicemente il modo in cui ci comportiamo dinanzi alle nuove tecnologie.

Pompe di calore: le autorizzazioni, le carte e la burocrazia

Immagine che introduce la sezione in cui si parla delle autorizzazioni da avere per installare una pompa di calore

Per quanto riguarda l’iter burocratico nel caso di installazione di una pompa di calore in un immobile di nuova costruzione, dovrai pagare un tecnico affinché rediga l’ex Legge 10, l’attestato di prestazione energetica (APE), e infine ti potrebbe essere richiesto anche il progetto dell’impianto elettrico, ma solo se superi la potenza di 6 kW elettrici.

La ditta installatrice dovrà consegnare poi tutta una serie di documenti, tra cui i progetti degli impianti realizzati, e a fine lavori, le dichiarazioni di conformità, i libretti, … (Andare nello specifico di tutti i documenti che deve presentare una ditta installatrice è veramente fuori lo scopo di questo articolo!)

Se stai facendo invece una ristrutturazione superiore al 25% dell’involucro edilizio, ricadrai in quella che i tecnici chiamano ristrutturazione “importante”.

In questo caso il tuo tecnico e la tua ditta installatrice dovrà presentare tutta la documentazione citata sopra, escluso però l’attestato di prestazione energetica; nel caso tu intervenga anche sugli impianti climatizzazione, dovrai aggiornare pure il libretto dell’impianto.

Immagine che invita ad eseguire un check-up energetico sul tuo impianto di riscaldamento

Anche nel caso tu voglia solo riqualificare il tuo impianto di riscaldamento, e dunque sostituire la caldaia a gas con una pompa di calore aria acqua, dovrai eseguire le pratiche dell’ex Legge 10 – a meno che tu abbia acquistato una pompa di potenza inferiore ai 15 kW termici -, aggiornare il libretto dell’impianto: e infine presentare la dichiarazione di conformità dei progetti degli impianti che sono stati modificati o sui quali sei intervenuto.

Posso coprire una pompa di calore aria acqua con un rivestimento esterno?

Immagine che introduce la sezione in cui si risponde alla domanda "posso coprire una pompa di calore?"

Per far fronte alle temperature rigide, la tua pompa di calore aria acqua è dotata di cicli di sbrinamento; essi sono utili per evitare la formazione di brina o il vero e proprio ghiaccio, che coprendo la batteria della termopompa, potrebbe soffocare la macchina e dunque impedire il suo buon funzionamento.

Dunque, per rispondere alla domanda oggetto di capitolo, non è possibile coprire la termopompa, poiché essa ha bisogno di essere libera di sottrarre aria all’ambiente così da trasformarla poi in calore – ed è per questo stesso motivo che è sempre posizionata fuori la tua abitazione e scoperta!

Pompa di calore per piscine

Immagine con la foto di una piscina che utilizza la pompa di calore aria acqua

Concludo andando leggermente off topic per parlarti delle pompe di calore per il riscaldamento delle piscine.

Come puoi immaginare, con la tecnologia utilizzata dalle pompe di calore, puoi scaldare anche l’acqua delle piscine, e fare così un bagno all’aria aperta anche se la rigida temperatura esterna di norma non lo consentirebbe.

Si tratta di un enorme vantaggio per i proprietari di case con piscine, perché installando una termopompa, potranno usufruire così della propria vasca più mesi l’anno.

Inoltre, dotare la tua piscina di un impianto con pompa di calore, per lo stesso motivo che ti ho esposto, potrebbe consentirti di aumentare il valore del tuo immobile, perché una casa con piscina in cui puoi nuotare tre mesi e mezzo l’anno vale X; ma una casa con piscina in cui puoi nuotare 12 mesi l’anno vale Y!



Potrebbero interessarti anche...

26/02/20
Performance al top con la “doppia condensazione”

Le caldaie a doppia condensazione (o a condensazione totale) sono fra le risposte termotecniche più efficaci per soddisfare le odierne richieste di comf…

20/01/20
Perché scegliere una caldaia Cosmogas?

Un cliente pignolo e diffidente farà sorgere diverse obiezioni sulle motivazioni che dovrebbero spingere all’acquisto di una caldaia Cosmogas. In realtà…

26/11/19
Un impianto galvanizzante grazie a DUALdens T!

I prodotti Cosmogas, grazie alle loro caratteristiche di affidabilità e qualità possono essere utilizzati per molteplici soluzioni impiantistiche reside…