qode-eliptic-slider

Detrazioni fiscali

Detrazioni fiscali fino al 65%, con Cosmogas

Per tutti coloro che intendono sostituire un vecchio generatore con un nuovo prodotto COSMOGAS, posso richiedere le agevolazioni fiscali del 65% o del 50% (ECOBONUS), oltre che risparmiare in bolletta e inquinare meno.

Infatti per la riqualificazione energetica degli edifici è prevista una detrazione fiscale fino al 65% per gli importi a carico del contribuente, che verranno ripartiti in 10 quote annuali.

DETRAZIONI E INCENTIVI

Le agevolazioni fiscali, per interventi di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica, sono attive nel nostro paese da diversi anni eppure ancora oggi ci vengono posti quesiti sulle modalità e le documentazioni necessarie per accedervi. Trovi tutto ciò che ti serve qui di seguito.

Scegli la qualità Cosmogas, risparmiando grazie alle detrazioni fiscali e rispettando l’ambiente che ti circonda.

Novità detrazioni fiscali 65% – 50%

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 31 dicembre 2018 è stata pubblicata la legge 30 dicembre 2018 n.145 Legge di Bilancio che integra e in parte modifica le condizioni di accesso ai benefici fiscali per l’efficienza energetica degli edifici, in relazione alle spese sostenute nel 2019.

Dove possono essere applicate le detrazioni al 65%?

Caldaie a condensazione

Con efficienza pari alla classe A di prodotto prevista dal Regolamento delegato (UE) 811/2013 e contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti, appartenenti alle classi V, VI oppure VIII della Comunicazione della Commissione 2014/C 207/02.

Generatori Ibridi

Costituiti da una pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro.

Pompe di Calore

Per il riscaldamento, condizionamento e produzione di acqua calda sanitaria.

Pannelli Solari

Collettori solari per produzione di acqua calda.

Le caldaie a condensazione senza sistemi di termoregolazione evoluti rientrano nelle detrazioni al 50% purché abbiano un’efficienza media stagionale almeno pari a quella necessaria per appartenere alla classe A di prodotto prevista dal regolamento (UE) n.811/2013.

Per scaricare le DICHIARAZIONI DEL COSTRUTTORE per le caldaie a condensazione e per la termoregolazione evoluta
Per scaricare le schede tecniche ERP

Cosa s’intende per termoregolazione evoluta appartenenti alle classi V, VI o VIII?

Classe V

Termostato d’ambiente modulante, destinato all’uso con apparecchi di riscaldamento modulanti: un termostato elettronico ambientale che varia la temperatura del flusso dell’acqua lasciando che l’apparecchio di riscaldamento dipenda dalla deviazione fra la temperatura ambientale misurata e il punto d’analisi del termostato stesso. Il controllo è effettuato modulando l’uscita dall’apparecchio di riscaldamento.

Classe VI

Centralina di termoregolazione e sensore ambientale, destinati all’uso con apparecchi di riscaldamento modulanti: un controllo della temperatura del flusso in uscita dall’apparecchio di riscalda mento che varia la temperatura di tale flusso secondo la temperatura esterna e la curva di compensazione atmosferica scelta. Un sensore della temperatura ambientale controlla la temperatura del locale e adegua la sfasatura parallela della curva di compensazione per migliorare l’abitabilità del vano. Il controllo è effettuato modulando l’uscita dall’apparecchio di riscaldamento.

Classe VIII

Controllo della temperatura ambientale a sensori plurimi, destinato all’uso con apparecchi di riscaldamento modulanti: un controllo elettronico munito di 3 o più sensori ambientali che varia la temperatura del flusso d’acqua, lasciando che l’apparecchio di riscaldamento dipenda dalla deviazione fra la temperatura ambientale misurata aggregata e i punti d’analisi del termostato stesso. Il controllo è effettuato modulando l’uscita dall’apparecchio di riscaldamento.

Per tutte le informazioni, i vademecum, le faq e il portale telematico dove inserire le pratiche detrazionifiscali.enea.it